Printer-friendly version

I Mormoni sono cristiani?: Un confronto tra i Mormoni e il Cristianesimo storico

I Mormoni sono cristiani?: Un confronto tra i Mormoni e il Cristianesimo storico

 

I Mormoni sono Cristiani? Questa domanda può confondere sia Mormoni sia molti Cristiani. I Mormoni includono la Bibbia tra i quattro libri che loro riconoscono come Scrittura e la figura di Gesù Cristo può sembrare centrale nella loro fede, come si può vedere anche dal loro nome, Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni. Inoltre molti Cristiani sicuramente avranno sentito cantare il loro coro (The Mormon Tabernacle Choir) inni cristiani e rimasti impressionati dalla loro moralità e i loro valori familiari. Tutto questo quindi non significa che i Mormoni sono Cristiani?

"Per rispondere accuratamente a questa domanda, dobbiamo mettere a confronto le basi dottrinali della religione dei Mormoni e le dottrine storiche e bibliche del Cristianesimo."

Per rispondere accuratamente a questa domanda, dobbiamo mettere a confronto le basi dottrinali della religione dei Mormoni e le dottrine storiche e bibliche del Cristianesimo.
Per presentare accuratamente la loro posizione dottrinale, ci siamo affidati ad alcuni libri, tre dei quali sono stati pubblicati dalla Chiesa Mormone: Gospel Principles (1997), Achieving a Celestial Marriage (1976), e A Study of the Articles of Faith (1979) scritto dall’Apostolo James E. Talmage e inoltre Doctrines of Salvation (3 Vol.) scritto dal decimo presidente dei Mormoni e il profeta Joseph Fielding Smith, Mormon Doctrine (2° edizione, 1979) scritto dall’Apostolo Bruce R. McConkie e Teachings of the Prophet Joseph Smith.

1. Esistono altri dèi oltre l’unico vero Dio?

La Bibbia e coloro che seguono i suoi principi hanno sempre insegnato e creduto che esista un unico e vero Dio Vivente e oltre a Lui non ci sono altri dèi. (Deuteronomio 6:4; Isaia 43:10-11, 44:6-8, 45:21-22, 46:9; Marco 12:29-34).

Invece la religione Mormone insegna che ci sono diversi dèi (Libro di Abramo 4:3ff), e che noi possiamo diventare dèi e dee nel regno celeste (Doctrine and Covenants 132:19-20; Gospel Principles, pag. 245; Achieving a Celestial Marriage, pag. 130). Insegna inoltre che coloro che diventano dèi possono avere figli spirituali che li adoreranno e pregheranno a loro, proprio come noi adoriamo e preghiamo a Dio Padre (Gospel Principles, pag. 302).

2. Dio è stato un uomo come noi?


La Bibbia e coloro che seguono i suoi principi hanno sempre creduto che Dio è Spirito (Giovanni 4:24; 1 Timoteo 6:15-16) Dio non è un uomo (Numeri 23:19; Osea 11:9; Romani 1:22-23), Dio è sempre esistito ed esisterà per sempre, è l’Onnipotente, l’Onniscente e l’Onnipresente (Salmo 90:2, 139:7-10; Isaia 40:28; Luca 1:37).

Invece la religione Mormone insegna che Dio il Padre fu un giorno un uomo come noi e progressivamente diventò Dio avendo un corpo in carne ed ossa (Doctrine and Covenants 130:22; “Dio stesso fu una volta come lo siamo noi adesso, egli è un uomo innalzato che siede sul trono lassù nel cielo!” tratto da Teachings of the Prophet Joseph Smith, pag. 345-347; Gospel Principles, pag. 9; Articles of Faith, pag. 430; Mormon Doctrine, pag. 321). Inoltre la chiesa Mormone insegna che Dio stesso ha un padre, un nonno, un bisnonno ecc. (Teachings of the Prophet Joseph Smith, pag. 373; Mormon Doctrine, pag. 577).

3. Gesù e Satana sono fratelli spirituali?


La Bibbia e coloro che seguono i suoi principi hanno sempre creduto che Gesù è l’unico Figlio di Dio; Lui è sempre esistito come Dio, è Eterno e coerede assieme a Dio (Giovanni 1:1, 1:14, 10:30; 14:9; Colossesi 2:9). Nonostante Gesù fosse Dio, ad un certo punto Egli mise da parte la Sua Gloria che condivideva con il Padre (Giovanni 17:4, 17:5; Filippesi 2:6-11) scese in terra sotto forma di uomo per la nostra salvezza; la Sua incarnazione avvenne tramite la concepizione divina di una vergine attraverso lo Spirito Santo (Matteo 1:18-23; Luca 1:34-35).

Invece la religione Mormone insegna che Gesù Cristo è il nostro fratello più anziano che progressivamente è diventato dio. Egli inizialmente è stato un bambino spirituale procreato dal Padre Celeste e la Madre Celeste. Successivamente Egli fu concepito fisicamente mediante rapporti sessuali tra il Dio Padre e la Madonna (Achieving a Celestial Marriage, pag. 129; Mormon Doctrine, pag. 546-547, 742). La dottrina dei Mormoni dichiara che Gesù e Lucifero sono fratelli (Gospel Principles, pag.17-18; Mormon Doctrine, pag. 192).

4. E’ Dio un Dio trino?

La Bibbia e coloro che seguono i suoi principi hanno sempre creduto che il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo non sono tre dèi separati o esseri separati, ma che sono tre distinte persone in uno. Nel Nuovo Testamento il Figlio e lo Spirito Santo, come anche il Padre sono separatamente identificati ed agiscono come Dio (il Figlio: Marco 2:5-12; Giovanni 20:28; Filippesi 2:10-11; Lo Spirito Santo: Atti 5:3-4; 2 Corinzi 3:17-18, 13:14); allo stesso tempo la Bibbia insegna che queste tre persone sono un solo Dio (vedi punto 1).

Invece la religione Mormone insegna che il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo sono tre separati dèi (Teachings of the Prophet Joseph Smith, pag. 370; Mormon Doctrine, pag. 576-577), e che il Figlio e lo Spirito Santo sono letteralmente la progenie di un Padre e di una moglie celeste (Joseph Fielding McConkie, Encyclopedia of Mormonism, vol. 2, pag. 649).

5. Il peccato di Adamo ed Eva fu per l’umanita’ una grande benedizione o maledizione?

La Bibbia e coloro che seguono i suoi principi hanno sempre creduto che la disubbidienza di Adamo ed Eva sia stata una grande maledizione. Attraverso la loro disubbidienza, il peccato e’ entrato nel mondo, portando tutta l’umanita’ sotto la condanna e la morte. Nascendo con il peccato originale, saremo condannati per i nostri peccati (Ezechiele 18:1-20; Romani 5:12-21).

Invece la religione Mormone insegna che il peccato di Adamo sia stato un passo importante e necessario nel piano della vita e una grande benedizione per tutti noi (Gospel Principles, pag. 33; Book of Mormon, 2 Nephi 2:25: Doctrines of Salvation, vol. 1, pag. 114-115).

6. Possiamo diventare degni davanti a Dio?

La Bibbia e coloro che seguono i suoi principi hanno sempre creduto che senza il sacrificio di Gesu’ Cristo sulla croce, noi “eravamo morti nelle nostre colpe e nei nostri peccati” ( Efesini 2:1-5) e che con le nostre forze non possiamo salvare noi stessi. Per grazia soltanto, Dio ci perdona dai nostri peccati e ci fa diventare degni di poter vivere alla Sua presenza (Efesini 2:8-9; Tito 3:5-6). Il nostro compito e’ solo quello di aggrapparci a Cristo con una grande fede (Anche se siamo salvati per fede e grazia di Dio, questo non significa che possiamo vivere come ci pare e piace. Il nostro comportamento deve testimoniare la nuova vita in Cristo Gesu’, Romani 6:1-4).

Invece la religione Mormone insegna che la vita eterna alla presenza di Dio (che significa per loro “esaltazione nel regno celeste”) deve essere guadagnata attraverso l’ubbidienza dei comandamenti della Chiesa Mormone e il rispetto dei rituali che avvengono nei loro templi. Le opere sono necessarie per la salvezza (entrata nel regno celeste), Gospel Principles, pag. 303-304; Pearl of Great Price, Third Article of Faith; Mormon Doctrine, pag. 339, 671; Book of Mormon, 2 Nephi 25:23.

7. Il sacrificio di Cristo ha alcun beneficio per coloro che non Lo riconoscono come Salvatore?

La Bibbia e coloro che seguono i suoi principi hanno sempre creduto che il sacrificio di Cristo sulla croce sia stato necessario per portare la giustificazione dei peccati a tutta l’umanita’. Nonostante questo, coloro che hanno rigettato la grazia di Dio in questo mondo, non saranno salvati, ma saranno sotto il giudizio di Dio per l’eternita’ (Giovanni 3:36; Ebrei 9:27: 1 Giovanni 5:11-12).

Invece la religione Mormone insegna che il sacrificio di Cristo sia stato solo per portare la resurrezione e l’immortalita’ a tutte le persone, sia che credano in Cristo per fede o no. Il sacrificio di Cristo non basta per la vita eterna. E’ necessario infatti ubbidire a tutti i comandamenti della religione Mormone e rispettare tutti i rituali del loro tempio (Gospel Principles, pag. 74-75; Mormon Doctrine, pag. 669).

8. E’ la Bibbia l’unica Parola di Dio?

La Bibbia e coloro che seguono i suoi principi hanno sempre creduto che la Bibbia sia l’unica ed infallibile Parola di Dio (2 Timoteo 3:16; Ebrei 1:1-2; 2 Pietro 1:21) la Parola Vivente e permanente di Dio (1 Pietro 1:23-25). La sopravvivenza della Parola di Dio e’ stata meravigliosamente dimostrata dalla scoperta dei Rotoli del Mar Rosso (Dead Sea Scrolls).

Invece la religione Mormone insegna che la Bibbia e’ stata corrotta, manca di numerosi e preziose parti e che non contiene l’integrita’ del Vangelo (Book of Mormon, 1 Nephi 13:26-29; Doctrines of Salvation, vol.3, pag. 190-191).

9. C’e’ stata un’ apostasia totale della prima chiesa?


La Bibbia e coloro che seguono i suoi principi hanno sempre creduto che la vera Chiesa fu stabilita da Gesu’ e non potra’ mai sparire sulla faccia della terra (Matteo 16:18; Giovanni 15:16; 17:11). I Cristiani riconoscono che ci sono stati tempi di corruzione e apostasia nella Chiesa, ma che durante i secoli c’e’ sempre stata una testimonianza di credenti che sono rimasti fedeli ai veri e sani principi biblici.

Invece la religione Mormone insegna che c’e’ stata una grande e totale apostasia della Chiesa fondata da Cristo; questo stato di apostasia prevarra’ sempre, tranne per coloro che sono venuti alla conoscenza del Vangelo della Chiesa Mormone (Gospel Principles, pag. 105-106; Mormon Doctrine, pag. 44).

 



Conclusione: nei punti sopra esposti abbiamo cosiderato da un lato le dottrine fondamentali di coloro che seguono fedelmente la Parola di Dio (la Bibbia) e dall’altro i principi della religione Mormone che si considera una religione cristiana. Essi accettano altre scritture oltre la Bibbia, insegnano dottrine che contraddicono la Bibbia e affermano principi che sono totalmente estranei agli insegnamenti di Gesu’ Cristo e dei Suoi Apostoli.

I Mormoni condividono con i cristiani soltanto pochi aspetti della Bibbia.
Cio’ esposto sopra, quindi, sono soltanto pochi di tanti altri esempi che possono portarci a considerare la fede Mormone inconciliabile ed imparagonabile alla fede cristiana. Cio’ non significa non dover essere amichevoli verso di loro, ma tutto questo ci dimostra che i Mormoni non sono nostri fratelli e sorelle in Cristo. La Bibbia ci avverte riguardo a falsi profeti che insegneranno un “altro Vangelo” incentrato sulla figura di un “altro Gesu’” e testimoniato da un “altro spirito” (2 Corinzi 11:4, 13-15; Galati 1:6-9). Quanto esposto sopra ci porta a capire che la religione Mormone non e’ altro che un falsoVangelo.

E’ stato detto che, chiunque si considera un Mormone verra’ rinnegato dalla Chiesa Mormone se non accetta i principi basilari della religione, non riconosce Joseph Smith un profeta da Dio, rifiuta che il libro di Mormon e’ vero e divinamente ispirato, che dio una volta era uomo e progressivamente e’ diventato una divinita’ attraverso le leggi e le ordinanze della Chiesa Mormone e non riconosce la Chiesa Mormone come stabilita divinamente. Nessuno puo’ considerarsi Mormone se poi non crede alle dottrine fondamentali insegnate dalla Chiesa Mormone. Se la Chiesa Mormone non si attiene alle dottrine piu’ basilari a cui crede la Comunita’ Cristiana, come possono allora i Credenti accettarli come autentici fratelli e sorelle in Cristo?

Se la Chiesa Mormone crede di essere la sola vera Chiesa Cristiana, non dovrebbe presentarsi pubblicamente come una religione che fa parte della Comunita’ Cristiana. Invece dovrebbe dire apertamente che coloro che si considerano cristiani e seguono i principi della Bibbia, non sono credenti, ma che solo la Chiesa Mormone e’ la sola e vera Chiesa Cristiana. Questo e’ infatti quello che insegna nel privato ma non pubblicamente.